Uno dei nostri antipasti! Una tartare classica, in  accompagnamento una bruschettona con pomodorini e taggiasche!! Tutto presso Respvblica, ristorante dinamico!

La ricetta che proporrei per fare una bella figura, magari durante una cena galante oppure per fare un “tuffo” nel ricordo del mare, è un buon risotto con salmone e code di gambero.

Risotto salmone e code di gambero

Risotto con salmone e code di gambero marinati con olio, sale blu di Persia, timo e rosmarino, mantecato con formaggio di soia e caprino all’erba cipollina.

La ricetta è semplice da eseguire, ma richiede un pochino di tempo per una sufficiente marinatura del pesce.

Ingredienti (4 pax):

360g riso Carnaroli;

250g filetti di salmone freschi;

300g code di gambero;

30g crema di soia (comune formaggio in commercio);

10g caprino;

Q.B olio, sale (sia fino sia Blu di Persia), aromi, vino bianco, fumetto.

Procedimento:

Porre a marinare, per almeno un paio di ore, in olio, sale Blu di Persia ed aromi (timo e rosmarino tritati) i filetti di salmone e le code di gambero – in due contenitori separati; preparare la base per il fumetto soffriggendo gli “scarti” delle code, sfumarli successivamente con 20cl circa di vino bianco, ad operazione terminata aggiungere l’acqua fredda e, a vostro piacimento, anche una parte di cipolla, carota e sedano. In una casseruola bella calda far tostare il riso e, successivamente, sfumarlo con 125cl di vino bianco. Non appena la componente alcolica sarà sfumata completamente continuate la cottura del riso con il brodo di pesce precedentemente preparato; nel frattempo tagliare a cubetti i filetti di salmone ed aggiungerli assieme alle code di gambero dopo circa 12-15 minuti di cottura del riso, proseguendo quest’ultima con il fumetto, in base alla consistenza che più si preferisce – consigliata al dente. Spegnere il fuoco un minuto prima della fine della cottura e mantecare con il formaggio di soia ed il caprino aromatizzato con l’erba cipollina.

Matera

Pubblicato: 2 settembre 2016 in Un click in un secondo, Viaggi

Matera 2016: un veloce viaggio tra i sassi.

Poco importa quali persone incontrerai o in quale casa o B&B ti ospiteranno.. ti sentirai sempre come se fossi a casa tua.

Ed ecco alcune delle mie foto scattate all’evento “Photomaraton” del 19 Giugno 2016 a Milano..


Christina Grimmie

Pubblicato: 11 giugno 2016 in Pensieri

Stamani mia madre mi ha informata, tramite messaggio, della morte di Christina Grimmie, una cantante statunitense di ventidue anni.

Ebbene, da una parte non so nemmeno io cosa dire, purtroppo. L’unica cosa che mi vien da dire è che, per quanto abbia ascoltato solo una sua canzone, dell’accaduto sono veramente dispiaciuta da matti. Per quanto poco, comunque, la sua voce ed il suo modo di esprimere un sentimento mi è entrato dentro ed alla fine ci è rimasto, anche se solo attraverso una canzone. Strano come alla fine questi cantanti che ascoltiamo, per tanto o poco che sia, alla fine entrano a far parte, in un certo senso, della nostra vita; diventano dei compagni, diventano degli amici, diventano qualcuno con il quale sfogarsi o con il quale condividere un momento di gioia o, forse, anche solo semplicemente qualcuno con il quale condividere un silenzio anche attraverso la riproduzione di un suono. Qualcuno con il quale condividere un pensiero senza sentirsi giudicati, qualcuno che ti ha già capito senza nemmeno conoscerti e senza nemmeno averti ascoltata/o una volta in vita sua.. lei/lui ti ha già capita, sa già cosa provi, sa già che hai voglia di ballare o cantare a squarciagola nella tua camera, in macchina durante un viaggio, in giro con gli amici di una vita..

Christina Grimmie, assieme a tanti altri amici come lei, è stata tutto questo per me.. con una sola canzone mi ha accompagnata durante un periodo difficile ricordandoci insieme di una persona per me importante, con la medesima canzone mi ha accompagnata durante i miei viaggi in solitaria oppure in compagnia.

Per quanto poco possa valere, Christina ti ringrazio per le emozioni che mi hai fatto provare con un’unica canzone. Grazie di tutto, buon viaggio ragazza.

Risotto alla Milanese con osso buco

Tagliata di Black Angus con crema di pepe verde.